Missione

Il progetto Smart Farm si colloca nel contesto dell’Agrifood consapevole del costante cambiamento che sta vivendo il settore primario, dovuto in parte ad un mercato che si fa sempre più ampio e dinamico. Controllare le risorse e ottimizzarle diventa un tema sempre più centrale, soprattutto nel momento in cui si deve garantire un ritorno sugli investimenti indicati in termini di attrezzature, manodopera e gestione aziendale. Al controllo delle risorse immateriali si associa il controllo di quelle materiali intese come analisi dell’acqua, dell’energia e delle concimazioni. L’azienda agricola rappresenta un cosiddetto BIG DATA ECOSYSTEM; ciò significa che interagisce ogni giorno con migliaia di dati determinate da azioni svolte da macchinari e operatori del settore. Smart Farm rappresenta il sistema informatico capace di prevenire eventuali malattie, stress idrici, virus e attacchi di parassiti nella coltura controllando ed automatizzando l’intero ciclo produttivo tramite una pianificazioni del piano di irrigazione e concimazione. In modo esclusivo si intende effettuare tramite nuove tecnologie l’analisi del suolo ed in particolare di microelementi come azoto, fosforo e potassio. Questo è possibile tramite l’utilizzo fotocamere multispettrali e di droni, fin da subito accettati nel mondo dell’agricoltura e capaci di rappresentare un punto di osservazione innovativo per il controllo delle acque e terreni, aiutando a ridurre i tempi di lavoro e compensando l’investimento iniziale con una significativa ottimizzazione di risorse.

SMARTFARM prodotto da SmartIsland non è solo un software.

Alla base di una gestione sostenibile delle aziende vitivinicole vi è l’ottimizzazione delle produzioni correlata al rispetto delle risorse ambientali fondamentale per determinare un aumento del grado di redditività delle colture. Questo è reso possibile tramite lo sviluppo di modelli predittivi e produttivi informatici in grado di perfezionare l’uso dei fattori impiegati, classificati in natura ambientale (corretta gestione dei suoli e delle risorse idriche) e di origine esterna (intesa come riduzione dei prodotti fitosanitari, concimi e ammendanti). L’obiettivo principale consiste nell’adeguare la gestione agronomica sulla base dei dati visualizzati ed analizzati. Le tecnologia sviluppata permette di monitorare la coltivazione in modo non invasivo ed economicamente poco costoso tramite l’utilizzo di sensori di vario tipo garantendo una corretta gestione del dato e delle informazioni raccolte. L’acquisizione dei dati permette di ridurre al minimo l’impatto sull’operatività delle realtà agricole fornendo informazioni rapide e puntuali sulle problematiche delle coltura gestione sostenibile reso tale per mezzo di tecnologie innovative in grado di analizzare: indici di coltivazioni, stato vegetativo e presenza acqua nel terreno o piante. Tale analisi permette di ridurre anche del 40% l’utilizzo delle risorse impiegate per la produzione intese in operai, risorse idriche, energetiche e utilizzo di prodotti non naturali.

 

Chiedi in prova nella tua Azienda il sistema SmartFarm